Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 16 Maggio al 20 Maggio
MAY DAYS
A Parma una rassegna promossa da Europa Teatri e Teatro delle Briciole valorizza la giovane dan...
PRODUZIONI
VAI AL CATALOGO ONLINE
Découvrez tous les productions du Teatro delle Briciole...
Tutte le Produzioni
FORMAZIONE
LA MEMORIA IN_MEZZO
Laboratorio di pratica teatrale per adulti
26 Gennaio - 21:00 h.
TEATRO AL PARCO
GEPPETTO E GEPPETTO
Tindaro Granata porta in scena il tema della paternità delle coppie omosessuali. Un ritratto di famiglia che smonta le tesi precostituite pro o contro e guarda alla condizione del figlio, accomunando nell`esperienza di estraneità e disagio la famiglia nella sua interezza
Altre Lingue:     
Teatro Stabile di Genova/Festival delle Colline Toriensi/Proxima Res
GEPPETTO E GEPPETTO
scritto e diretto da
Tindaro Granata

con
Alessia Bellotto - Angelo Di Genio - Tindaro Granata
Carlo Guasconi - Paolo Li Volsi
Lucia Rea - Roberta Rosignoli

Regista assistente Francesca Porrini
Allestimento Margherita Baldoni
Luci e suoni Cristiano Cramerotti
Movimenti di scena Micaela Sapienza

Coproduzione
Teatro Stabile di Genova - Festival delle Colline Torinesi
Proxima Res

Si ringrazia la Rassegna Garofano Verde - XXII edizione Roma

Dopo lo spettacolo la Compagnia incontra il pubblico, conduce Federico Ferrari, psicologo, terapeuta familiare

Geppetto e Geppetto è una storia inventata, partorita, dalla mia fantasia e dalle paure della gente che ho incontrato per strada, parlando di figli nati da omosessuali... Ecco! C’è già l’inghippo, non posso iniziare così! Se scrivo che questa storia è nata da Fantasia (femmina) e da Paure (femmine) può sembrare che il testo sia “di parte”. Allora, diciamo che Geppetto e Geppetto è nato dalla mia fantasia e dai dubbi della gente che ho incontrato per strada, parlando di figli nati da omosessuali... Ma c’è sempre il problema di una nascita da Fantasia (femmina) e da Dubbi (maschi), i dubbi potrebbero essere 2, 3 o addirittura 4... non oso pensarne più di 4! Sempre peggio. Cambio l’origine del concepimento: Geppetto e Geppetto è nato dal mio estro e dal desiderio di capire che la genteeeee… Estro e Desiderio sono entrambi di genere maschile! Mammuzza mè (Mamma mia)! È meglio che non si pensi ad un genere di racconto fatto di generi o di parti stabilite da registi, da autori, dalla società o dalla natura, no! Questa non è la storia universale di tutti i figli nati da coppie omosessuali. Non è la storia di una bandiera spinta dal vento del “pro” o da quello del “contro”, chi se ne frega! Questa è la storia di un papà che vuole fare il papà e di un figlio che vuole fare il figlio: tra i due, all’apparenza, manca solo una mamma. È la storia di uno scontro tra due uomini, uno giovane e uno adulto, che cercano entrambi il riconoscimento di una paternità, che non può avere la stessa funzione che ha in una famiglia eterosessuale. E’ il desiderio di un Geppetto di farsi amare da un figlio che non è sangue del suo sangue, ma generato dal seme del proprio compagno. E` il desiderio di un ragazzo di ritrovare una figura paterna, vissuta nell`assenza di una figura materna, che lo possa accompagnare nel mondo degli adulti senza il peso della mancanza. È possibile che 1 Geppetto + 1 Geppetto possano fare = 1 figlio? Certo che è possibile, come è possibile che 1 Fatina + 1 Geppetto possano fare = 1 figlio! Anzi, sarebbe più facile, ma la storia avrebbe gli stessi problemi dei due Geppetti, se non ci fosse amore, l’importante in queste storie è l’amore per i figli; “se ci sarebbe più amore…” dicono i personaggi di questa storia. Ecco, “se ci sarebbe più amore” è la storia di Geppetto e Geppetto.  
(Tindaro Granata)   

Sinossi 
Tony e Luca stanno insieme da diversi anni: sono una famiglia. Per essere una famiglia felice basta che due persone si amino. Per essere una famiglia “davvero” felice c’è bisogno di portatori sani di gioia: i bambini. Tony vuole diventare padre. Luca vuole aspettare. La madre di Tony vuole evitare che accada. Franca (amica dei due) vuole capire come si può fare. I due vanno in Canada, e come il primo papà single della storia di tutte le storie, Geppetto, “fanno”, “fabbricano”, “ costruiscono”, “creano” il loro piccolino. Geppetto e Geppetto tornano in Italia con il loro figlio Matteo. Matteo cresce con amore e amore e amore. Passano trent’anni. Il giorno del ventennale della morte di Tony, Matteo rivendica qualcosa al padre Luca, vomitandogli addosso tutto quello che gli ha causato crescere in una famiglia non “normale”. Lo accusa di qualcosa che è mancato. Luca si difende, ma qualsiasi cosa dica, agli occhi di Matteo, sbaglia. I due si scontrano e si odiano e si ammazzano di botte e urlano e spaccano mobili e lasciano l’uno alla solitudine dell’altro. E’ difficile essere figli di gay, ma è difficile anche essere padri di figli normali. Un giorno Matteo andrà, Geppetto ritornerà, l’altro Geppetto perdonerà, come in una famiglia “normale”.  

(Questo testo è stato scritto dopo aver incontrato, discusso e ragionato, nei bar vicino casa e alla stazione Centrale di Milano, insieme a persone alle quali ho rubato pensieri, dubbi, certezze, paure, stereotipi, dolcezze, comprensioni, rabbia, tolleranza, disinformazione, odio e amore e tante frasi e tante parole. Persone sul tram 15, dal Duomo allo Spazio Proxima Res e sul tram 5 che da casa mia porta alla Stazione Centrale. Persone per strada in via Budua, in via Lancetti, in viale Zara. Persone al parco giochi di piazzale Istria, dove le mamme e i papà portano i loro piccoli a giocare. Sul Freccia Rossa Milano/Napoli, su quello Milano/Roma e infine parlando dalle 23.30 alle 03.05 con la signora Concetta Procopio, sul bus di ritorno da Castrovillari, il 2 giugno 2015.  
(Tindaro Granata) 

Altri
Dal 4 al 06 Novembre
TUTTO QUELLO CHE SO DEL GRANO
In prima nazionale il 4 e 5 novembre il nuovo spettacol...
Vedi
16 Novembre
DON GIOVANNI DI W. A. MOZART
Otto attori tentano l`impossibile impresa di rifare l`o...
Vedi
18 Novembre
BOLEROEFFECT
Danza contemporanea e musica live: il Bolero di Ravel r...
Vedi
26 Novembre
LETTERE DALLA NOTTE
Chiara Guidi fa rivivere le parole di Nelly Sachs, tra ...
Vedi
3 Dicembre
IL TEMPO DELLE GONNE
Serata aperta alle 20 da un buffet offerto da Rodolfi M...
Vedi
14 Gennaio
RICCARDO III E LE REGINE
Al Teatro al Parco Oscar De Summa scava nelle pieghe de...
Vedi
4 Febbraio
LA PAROLA PADRE
Le vite, i sentimenti, le paure, le diverse identità d...
Vedi
10 Febbraio
LA SORELLA DI GESUCRISTO
La ribellione di una ragazza diventa rivelazione profon...
Vedi
18 Febbraio
RAGAZZI DI VITA
Fabrizio Gifuni torna a scavare nella scrittura di Paso...
Vedi
25 Febbraio
I QUATTRO MOSCHETTIERI IN AMERICA
I tre moschettieri trasferiti nell`America gangster e p...
Vedi
4 Marzo
SORRY, BOYS
Dal caso realmente accaduto delle 18 adolescenti rimast...
Vedi
11 Marzo
FUTURO ILLEGGIBILE
Se la fantascienza anni `80 aveva previsto internet, pe...
Vedi
16 Marzo
IL GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI
Uno dei più celebri romanzi d`avventura trasformato in...
Vedi
25 Marzo
A HOUSE IN ASIA
Il gruppo catalano del momento, vincitore del Leone d`a...
Vedi
22 Aprile
BELLO MONDO
Un rito sonoro, un cammino dentro l`energia della poesi...
Vedi