Cinema
Informazioni
Cinema Edison
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Largo Otto Marzo, 9/a
43100 Parma (IT)
AGENDA
21 Settembre
EVVIVA GIUSEPPE
Il regista Stefano Consiglio presenta l`anteprima parmigiana del documentario prodotto da Solares...
Appuntamenti in agenda (5)
Dal 12 al 14 Gennaio  - 21:15 h.
PIOMBO FUSO
L`attacco israeliano alla striscia di Gaza raccontato in un documentario che ha vinto il Premio speciale della Giuria `Ciné Cinéma` al Festival di Locarno. Il regista Stefano Savona incontra il pubblico il 12 gennaio.
Altre Lingue:     

Il film è in programma il 12 e il 14 gennaio. 13 gennaio: in programma `La condanna` di Marco Bellocchio

Piombo Fuso
(Italia, 2009, 80`)
regia di Stefano Savona

Già Premio Speciale della Giuria Ciné Cinéma Cineasti del Presente al 62º Festival di Locarno, Menzione Speciale Image Award al RIDM (Rencontres Internationales du Documentaire de Montréal ), in concorso all’International Film Festival di Mumbai, al Torino Film Festival e presentato nella sezione Arabian Nights al Dubai International Film Festival, Piombo fuso è lo sconvolgente documento sull’attacco israeliano alla striscia di Gaza, realizzato da uno dei più sorprendenti cineasti italiani. Palermitano di nascita, Stefano Savona vive da anni a Parigi ed è autore pluri-premiato.

Piombo fuso ci racconta le notizie quotidiane dal fronte, e l’orrore opaco, muto, incomprensibile della guerra, attraverso la testimonianza di uno tra i pochissimi che sono riusciti a forzare il blocco militare intorno a Gaza. Questo film mostra ciò che Stefano Savona, con la sua telecamera, ha potuto filmare al di là di quel confine. E’ il racconto diretto per immagini della vita quotidiana a Gaza durante gli ultimi drammatici giorni dell’operazione “Piombo Fuso”, la violenta offensiva militare lanciata dalle forze armate israeliane nel gennaio 2009.

E’ il 6 Gennaio 2009, l’undicesimo giorno dell’attacco israeliano. Mentre al di là del muro invalicabile che separa Gaza dal resto del mondo, continuano i bombardamenti aerei e s’intensifica l’invasione di terra, nessun testimone è ancora riuscito a penetrare nella Striscia, a forzare il blocco assoluto imposto dalle truppe d’occupazione alla stampa internazionale. Dalla frontiera con l’Egitto passano solo i feriti, i morti, e qualche camion di medicinali. Chi è qui per raccontare la guerra deve accontentarsi di qualche frase rubata a chi accompagna i feriti, mentre tutti gli obiettivi sono puntati oltre il confine a inquadrare le colonne di fumo nero tra le case in lontananza. Poi, inaspettatamente, e quasi per caso, si schiude un’impercettibile falla nel dispositivo impermeabile del confine. Prima che si richiuda, in pochissimi riescono a passare….

Il film è stato prodotto da Roberto Ruini e Fausto Rizzi per Pulsemedia di Reggio Emilia, dinamica realtà produttiva multimediale che spazia dalla produzione di documentari all’editoria  per il web.