Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
PER UN TEATRO DI FIGURA FINALMENTE ADULTO (VARIANTI SUL LIBRO POP UP)
Aperte le iscrizioni al laboratorio condotto da I Sacchi di Sabbia dal 23 al 26 luglio nell`ambit...
Appuntamenti in agenda (1)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 3 Luglio al 25 Luglio
INSOLITO FESTIVAL 2018
Il 3 luglio torna la rassegna di teatro, musica e danza nel Giardino Ducale e altri luoghi di P...
Tutte le rassegne e festival (1)
PRODUZIONI
VAI AL CATALOGO ONLINE
Découvrez tous les productions du Teatro delle Briciole...
Tutte le Produzioni
Dal 21 al 28 Gennaio  - 21:15 h.
CINEMA EDISON D'ESSAI
IL CANTO DELLE SPOSE
Due adolescenti divise dal nazismo nella Tunisia degli anni `40. Storia di guerra, amicizia al femminile e romanzo di formazione firmato dalla regista Karin Albou
Altre Lingue:     

25 gennaio: riposo

Il canto delle spose
(Francia/Tunisia, 2008, 100`)
regia di Karin Albou.
Con Lizzie Brocheré, Olympe Borval

Il `Canto delle spose` è il film che ha colpito il cuore del pubblico europeo raccontando con dolcezza e sensualità l`amicizia tra due ragazze, una musulmana e l`altra ebrea, ambientata nella Tunisia oppressa dal nazismo. Secondo lungometraggio della acclamata regista Karin Albou, il film intreccia storia privata e Storia con la S maiuscola, scrutando con sguardo amorevole e millimetrico le vite, i sentimenti, i corpi di dueadolescenti, e il loro mutamento, sotto i colpi della violenza di una società patriarcale in cui all`improvviso appare il demone dell`antisemitismo sconvolgendo una convivenza secolare tra religioni.

"Ho vissuto per un po` in Tunisia, ma le mie origini sono algerine - ha dichiarato la regista, che nel film è anche la madre di una delle protagoniste -. Ho scoperto però molto tardi, quando avevo circa vent`anni, quello che era successo in Algeria e in Tunisia sotto l`occupazione tedesca, e cioè che agli ebrei, come mio nonno, era stata tolta la cittadinanza francese, avevano riavuto lo status di ebrei e avevano dovuto subire diverse restrizioni. Volevo raccontare la storia di un`amicizia fra due adolescenti e allora mi è venuta l`idea di ambientarla durante questo periodo. Volevo sottolineare come il condizionamento che queste due ragazze ricevono era molto simile, indipendentemente dal fatto che una è araba e l`altra ebrea".

Siamo a Tunisi, novembre 1942. Due adolescenti, Myriam e Nour sono amiche e vicine di casa sin dall`infanzia e condividono ogni segreto. Nour, musulmana, è innamorata di Khaled che il padre non vuole come genero finché non avrà un lavoro. Myriam, ebrea e orfana di padre viene promessa in sposa a Raoul, un medico benestante molto più vecchio di lei ma in grado di sanare i problemi economici familiari. Le due conserveranno una forte solidarietà fino a quando l`occupante tedesco, spalleggiato dai francesi collaborazionisti, non inizierà un`azione di propaganda volta a mettere i musulmani contro gli ebrei.