Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
TEATRO DELLE BRICIOLE, A GERUSALEMME VIA BARCELLONA
Un estate segnata da due grandi appuntamenti internazionali per il Teatro delle Briciole...
Appuntamenti in agenda (9)
PRODUZIONI
VAI AL CATALOGO ONLINE
Découvrez tous les productions du Teatro delle Briciole...
Tutte le Produzioni
Formazione
LA CITTA` IN_VISIBILE RICORDARE, RACCONTARE, RECITARE
LABORATORIO BIENNALE DI PRATICA TEATRALE/ INCONTRO DI PRESENTAZIONE 20 OTTOBRE ORE 17 (GRUPPO 10-15 ANNI) ORE 18.30 (GRUPPO 16-25 ANNI)
Altre Lingue:

laboratorio biennale di pratica teatrale
2015 - 2017
a cura di Elisa Cuppini, Matteo Bacchini
e con Savino Paparella

I GRUPPI
I partecipanti al laboratorio saranno divisi in due gruppi:
Gruppo 1> Ragazzi dai 10 ai 15 anni
Gruppo 2> Giovani dai 16 ai 25 anni

ANNO PRIMO//ALLENAMENTO
Il primo anno i gruppi faranno un lavoro prevalentemente fisico, una pre-scrittura scenica basata sulla memoria corporea risvegliata e coltivata durante gli incontri. Partendo da azioni / emozioni / parole / oggetti recuperati dal passato o inventati, i ragazzi lavoreranno sul tema scelto sviluppando il materiale da portare in scena l’anno successivo.

ANNO SECONDO// DRAMMATURGIA_TEATRO_SCENA
Durante il secondo anno i gruppi utilizzeranno il materiale/allenamento in una prospettiva più teatrale e drammaturgica, sviluppando in racconto il materiale raccolto e concretizzandolo in testo, personaggi, scene.

IL PERCORSO
Il percorso si compone di due anni alla fine dei quali si vedrà la conclusione, il lavoro finito. Durante questo tempo il percorso rimarrà sempre aperto a nuovi ricordi, a nuovi percorsi e naturalmente anche a nuovi ingressi nel gruppo. Per questo in due anni ci potranno essere (e ci saranno) aggiustamenti di rotta, ripensamenti, cambi di direzione...

IL METODO DI LAVORO
Non si tratta di un laboratorio di formazione attoriale, ma di esperienza teatrale. Un metodo per scoprire insieme come abitare la scena attraverso la raccolta di un repertorio di parole/azioni, individuando cosa raccontare agli altri (cosa mi interessa, perché voglio dire quello e non qualcos’altro, o nulla) e trovando il modo per raccontarlo in scena.
Trovare dentro di noi, raccontare agli altri, raccontare in scena. Sono gli elementi della narrazione teatrale, non necessariamente in quest’ordine: non una scala con un punto di partenza e uno di arrivo, ma un percorso circolare. Un gioco di scambi e rilanci guidato da una danzatrice, uno scrittore teatrale e un attore che lavorano insieme o separatamente con tutto il gruppo o in piccoli gruppi, andando avanti e tornando indietro per andare avanti meglio.


IL TEMA
Il tema è la città. La nostra città.
E la storia. La nostra storia.
La storia della nostra città.
Un Novecento cittadino dalla II^ guerra mondiale ad oggi - o domani - in cui tre generazioni (nonni - genitori - ragazzi) passano dal microcosmo dei ricordi famigliari al macrocosmo della storia di una città. Una città di famiglie. Perché la città non esiste di per sé: sono le storie delle persone che fanno la città. Il cambiamento, o a volte l’immutabilità, degli avvenimenti e degli abitanti di una città, il cambiamento nel modo di raccontarlo, cosa resta quando tutto intorno cambia e cosa resta di me quando sono io che cambio, che cresco. È questo che vogliamo provare a raccontare attraverso l’allenamento fisico alla memoria, trasformando i ricordi in storie e le storie in racconto.
Imparando a raccontare. Imparando a raccontarci. Mettiamo in scena la città mettendo in scena noi stessi. E viceversa. Il laboratorio non prevede un esito, ma tante exit, tante uscite-incursioni nella città: blitz teatrali, piccole performance inaspettate in luoghi inattesi. Usciremo quando penseremo di avere qualcosa da dire. O da ascoltare.

CALENDARIO
Gruppo 1> ragazzi dai 10 ai 15 anni
15 incontri martedì dalle 17 alle 19.30
17-24 novembre; 1-15 dicembre; 12-19-26 gennaio; 2-16-23 febbraio; 1-8-15-22 marzo; 5 aprile> dalle h 17 alle 19.30

Gruppo 2> giovani dai 16 ai 25 anni
15 incontri giovedì dalle 17 alle 19.30
19 - 26 novembre; 3-17 dicembre; 14-21-28 gennaio; 4-18-25 febbraio; 3-10-7-24 marzo; 7 aprile

Costo: 250 € primo anno (comprensivo di una Carta Serata al Parco da 5 ingressi)

BIO
ELISA CUPPINI inizia la sua formazione artistica come danzatrice. Inizia a Parma nella scuola di L.N.Perego e continua studiando e lavorando con diversi coreografi del panorama europeo. L’interesse per il teatro si unisce a quello per la danza dopo vari progetti con il Teatro Lenz  Rifrazioni, e prosegue dopo l`incontro con il regista Marco Baliani, con il quale inizia un rapporto di collaborazione come trainer di attori e interprete. Lavora come attrice danzatrice con Elio de Capitani, Giorgio Gallione, Adriana Boriello, Abbondanza-Bertoni, Claudio Collovà, Teatro delle Briciole, Caterina Sagna, Roberto Bacci.  Dal 2002 è coreografa del progetto di soccorso artistico di Marco Baliani Amref Acting from the street con ragazzi di strada di Nairobi, realizzando spettacoli come Pinocchio Nero e Malkia. A partire dal 2003 è autrice e interprete degli spettacoli I Don’t Know?, Urlo di mamma, Parola di Fiaba e I Passi Ultimi prodotti dal Teatro delle Briciole. Nel 2014 è assistente alla regia nello spettacolo La stanza là in alto di J.L.Lagarce, prodotto da Armunia/ Castiglioncello Attualmente è attrice presso il Teatro della Toscana, dove debutterà nel maggio 2016, con “Zio Vanja” di Cechov per la regia di Tomi Janesic. Oltre ad essere interprete e coreografa, da anni svolge attività di formazione per attori e di consulenza sul movimento, affiancando la regia.  Ha al suo attivo molte docenze per corsi di perfezionamento e laboratori presso scuole teatrali e statali.


MATTEO BACCHINI Nel 2009 e 2010 vince due volte il concorso Mai Detto, viene segnalato al Premio Fersen e vince a Roma il premio Teatro e Shoà con corti teatrali in forma di monologo, e riceve a Firenze il premio Avamposti d’Autore per In nome del popolo italiano, che nel 2012 diventa uno spettacolo e nel 2014 è pubblicato dall`Università di Tolosa nella collana dedicata alla nuova drammaturgia europea. Nel 2012 mette in scena Gregari e nel 2013 Out of the blue. Fra il 2014 e il 2015 scrive per Savino Paparella Al forestér e per Antonio Buccarello SS9 - storie della via Emilia, entrambe produzioni del Teatro del Tempo. Nel 2016 ha in programma l’allestimento di Amen e di Natura morta con sacco, che con In nome del popolo italiano formano una “trilogia romana” che racconta la società di oggi con l`umorismo feroce della commedia all’italiana.


SAVINO PAPARELLA Si forma come attore a Milano con Raul Manso e nel 1992 debutta con Antigoni della terra diretto da Marco Baliani. Nel 1996 instaura un lungo rapporto di lavoro con La Nuova Complesso Camerata come attore e insegnante. Nel 1999 inizia una collaborazione con il Teatro di Pontedera interpretando Oblomov, Ciò che resta, Aspettando Godot, Amleto, Mutando riposa e Abito, con la regia di Roberto Bacci. Nel 2000 lavora con Album Zutique nello spettacolo Io sono il passante, per la regia di Annalisa D’Amato, e nel 2003 collabora come autore e attore con Elisa Cuppini a I don’t know. Parallelamente svolge anche l’attività di attore cinematografico partecipando a Veleno di Bigoni, Donna Rosita non è più nubile di Pederzoli, Il posto vuoto e L`acqua sulla pelle di Alessandro Quadretti. È attore anche in diverse fiction Rai, tra cui La squadra e Terapia d`urgenza. Attualmente è impegnato nell’Ubu Roi e Metamorfosi di Roberto Latini, produzione Fortebraccio Teatro. Collabora con il Teatro delle Briciole di Parma nella conduzione di laboratori di formazione teatrale ed è attore e regista, insieme ad Elisa Cuppini dello spettacolo I Passi Ultimi. Nel 2013 è attore e regista dello spettacolo Al forestér di Matteo Bacchini, prodotto dal Teatro del Tempo di Parma. Lo spettacolo è vincitore dei premi: Teatro dell`Inutile, Padova 2014 - Festival della resistenza Museo Cervi 2015 - Palio teatrale Ermo colle 2015

INFO: 0521/992044 briciole@solaresdellearti.it



Altri
SUPEREROI
QUI. CARICHI D`INFANZIA
POTERE NOSTRO 2012.13
PORTRAIT 2013.14
MOSTRI QUOTIDIANI
LABORATORIO TEATRALE `SRADICARE` 2011.12
LABORATORIO TEATRALE SRADICARE 2010-2011
LA MEMORIA IN_MEZZO
GANG UNA COMBRICCOLA DI GIOVANI IN TEATRO 2012.13
DIMORE D`AMORE 2012.13
DIARI RIBELLI
CRESCERE CON IL CINEMA: TRA IL FANTASTICO E IL REALISMO
COSTELLAZIONE 2013.14