Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
TEATRO DELLE BRICIOLE, A GERUSALEMME VIA BARCELLONA
Un estate segnata da due grandi appuntamenti internazionali per il Teatro delle Briciole...
Appuntamenti in agenda (9)
PRODUZIONI
VAI AL CATALOGO ONLINE
Découvrez tous les productions du Teatro delle Briciole...
Tutte le Produzioni
Formazione
DIMORE D`AMORE 2012.13
INCONTRI PER COSTRUZIONI SENSIBILI DA TRAMANDARE
Altre Lingue:

Dopo il grande successo della prima edizione, il Teatro delle Briciole ripropone ad ospiti molto speciali, mamme con i loro figli, azioni teatrali da compiere insieme.

Il teatro è un’occasione di condivisione esclusiva tra l’adulto e il bambino, un pezzo di vita che irrompe nella vita di ciascuno, un’esperienza straordinaria in un tempo fuori dal tempo. Questo condensato di emozioni verrà trasferito direttamente sulla scena con un progetto che indagherà il tema della cura, degli affetti e dei rituali che servono per manifestarli. Sono incontri che prevedono, sotto forma di una piccola azione teatrale, un momento finale di “omaggio” al pubblico, in un tempo altrettanto speciale: la festa di primavera, l’evento conclusivo della rassegna “Weekend al Parco”. Complice di questa avventura è Elisa Cuppini, attrice, danzatrice e madre da non molti anni, che condivide con noi uno spazio molto prezioso di formazione rivolto a giovani e adolescenti.

IL PROGETTO
Ogni incontro importante della nostra vita è collocato nella memoria con coordinate spaziali ben precise: un parco, una panchina, una casa, un ristorante, un orizzonte marino….
Il luogo diventa testimone ufficiale dell’incontro, saldando il sentimento vissuto in una precisa geografia terrestre e quando, per caso, si ritorna in uno di questi luoghi ci viene restituita, anche dopo molto tempo, la qualità dell`avvenimento.
Ogni dettaglio ricordato del luogo dell’incontro illumina e rischiara la memoria, saldando in maniera indissolubile il luogo ad un sentimento.

Incontro e luogo.
L’incontro è quello importante tra madre e figlio.
Il luogo è quello che si desidera per incontrarsi.
Il teatro prenderà il posto della casualità del destino e diventerà l`artefice degli accadimenti.

DIMORE vuol essere una possibilità per madre e figlio: quella di creare il luogo dove questo può accadere.

In un primo momento, mamme e figli saranno invitati a fare una ricerca di materiali “importanti” a livello affettivo, oggetti che abbiano una storia che si possa anche raccontare. Questi serviranno come mattoni per la creazione della propria dimora. Il teatro aiuterà a dare forma e volume alle dimore destinate agli incontri. Con le loro stesse mani, con una procedura vocale e gestuale che verrà memorizzata, mamme e figli daranno vita al loro rifugio sentimentale. Un piccolo rito per un grande incontro.
L`intento del teatro è quello di regalare a tutti i partecipanti, la memoria della costruzione del luogo come un rito da coltivare, la possibilità di ripeterlo ogni volta che se ne sente il bisogno.
Alla fine, un piccolo atto teatrale farà conoscere al pubblico queste strane dimore e la visione di queste architetture sentimentali sarà come un prezioso dono intimo che possa far nascere, a chi le guarda venire alla luce, la voglia di costruirle.

Elisa Cuppini

 


ELISA CUPPINI

Elisa Cuppini inizia la sua formazione artistica come danzatrice. Il viaggio comincia a Parma con la scuola di L.N.Perego e continua studiando con diversi coreografi del panorama europeo. Il professionismo comincia negli anni `80 impegnandola in spettacoli presentati in numerosi teatri italiani. Alla fine degli anni `80, l`interesse al teatro si unisce a quello per la danza lavorando in vari progetti con il Teatro Lenz Rifrazioni di Parma, prosegue con l`incontro del regista Marco Baliani, con il quale inizia un rapporto di collaborazione, tuttora esistente, come trainer degli attori e interprete. A partire dagli anni`90 lavora come attrice danzatrice con Elio de Capitani, Giorgio Gallione, Adriana Boriello, Abbondanza-Bertoni, Claudio Collovà, Teatro delle Briciole, Roberto Bacci. Dal 2002 è coreografa del progetto biennale di soccorso artistico di Marco Baliani e Amref Acting from the street con venti ragazzi di strada di Nairobi.Con loro si realizza lo spettacolo Pinocchio nero. Dal 2003 è autrice e interprete insieme a Savino Paparella, dello spettacolo di teatro- danza I don’t know?
Con il Teatro delle Briciole progetta gli spettacoli per bambini Urlo di mamma e Parola di fiaba. Oltre ad essere interprete e coreografa, da anni svolge attività di formazione per attori e di consulenza sul movimento, affiancando la regia. Ha al suo attivo molte docenze per corsi di perfezionamento e laboratori presso scuole teatrali e statali.

 

TEMPI DEL PROGETTO
Gli appuntamenti si svolgeranno al sabato nei giorni: 16-23 febbraio e 2-9-16 (data da definire) -23 marzo dalle ore 16 alle 18. Domenica 24 marzo (orario da definire), in occasione della chiusura della stagione “Weekend al Parco”, si svolgerà l’esito finale.

A CHI E’ RIVOLTO
Bambini (femmine o maschi) a partire dai 6 anni. Ogni bambino dovrà essere accompagnato dalla propria madre.

COSTO
100 € per ogni madre e gratuito per i figli
Gli iscritti avranno agevolazioni su tutti gli ingressi della rassegna Weekend al Parco

 


 



Altri
SUPEREROI
QUI. CARICHI D`INFANZIA
POTERE NOSTRO 2012.13
PORTRAIT 2013.14
MOSTRI QUOTIDIANI
LABORATORIO TEATRALE `SRADICARE` 2011.12
LABORATORIO TEATRALE SRADICARE 2010-2011
LA MEMORIA IN_MEZZO
LA CITTA` IN_VISIBILE RICORDARE, RACCONTARE, RECITARE
GANG Una combriccola di giovani in teatro 2012.13
DIARI RIBELLI
CRESCERE CON IL CINEMA: TRA IL FANTASTICO E IL REALISMO
COSTELLAZIONE 2013.14